Exultet were born in Palermo in October 2003 from an idea of the founder, leader and sole composer Farz (lyrics, vocals, guitars, bass & synth), soon joined by Argoth (drums & percussions). In the summer 2004 the band recorded their self-released debut album Urbs Felix. The lyrics tell the old battles between Saracens and the Normans of Sicily in the eleventh century, and the sound can be described as epic extreme metal, plenty of medieval and arabic folk elements.

 

In July 2006 their second full-lenght entitled Requiem Of A Dream is released, although in reality the proposed material is a collection of texts and songs written before Urbs Felix. The album is over an hour long and the sound can be classified as symphonic black metal with experimental nuances (Dimmu Borgir, Covenant, And Oceans, Solefald...). The artwork is a collection of Farz himself.

 

The third album was then released in the summer of 2008 with the title Constantinopolis. The lyrics tell the fall of the renowned Roman Capital of the East, at the hands of the Sultan Mehmed II The Conqueror, through the stories of the actual events, the stages of the siege, the battle and the exploits of its protagonists. With this album the Exultet fully resume the sound typical of Urbs Felix: mediterranean epic metal.

 

After signing with the californian Sullen Records in 2010, the band come back to release their fourth studio album, I Soldati Della Croce (The Soldiers of the Cross) in 2011. The concept is focused on the long journey and struggles experienced by the Christian Knights against the armies of Islam, towards the conquest of Jerusalem in 1099, enterprise known as "the first crusade". Once again the story is descriptive and very accurate. Closing your eyes you will be transported into the battlefields and in the arid deserts that saw the Crusaders and the Turkish soldiers clash in gory and bloody battles. Amazing the use of intense and powerful choruses that give an epic flavor to the entire album.

 

In 2012 Argoth left the band, that became a one-man band project.

 

In the early months of 2014 Farz began writing new songs and in January 2015 At The Gates Of Christendom was released via Martyrdom Records. This fifth chapter, of the Exultet's epic saga discography, chronologically is placed immediately after the album Constantinopolis and tells the Ottoman counteroffensive in the Mediterranean Seas. The first 4 tracks illustrate the Turkish landing in the italian coasts of Otranto, in 1480; the following 3 tracks tell instead the historic and decisive naval battle of Lepanto in 1571. The album ends with track 8, a re-recorded version of "The Norman Ascent" for the occasion of the 10 year anniversary of the debut album Urbs Felix from 2004.

Unfortunately, after "At the Gates of Christendom" release, Exultet have no longer received any news from Label 'Martyrdom Records" and so the promotional copies due to the band are unfortunately gone. We are very sad, but those familiar with the extreme metal underground know there is always the risk of running into rip-off labels.

Exultet do hope to have learned a lesson out of this bitter episode.

 

The band is currently looking for a label...

 

Gli Exultet nascono a Palermo nell’Ottobre del 2003 da un’idea del fondatore, leader e unico compositore Farz (lyrics, vocals, guitars, bass & synth), subito affiancato da Argoth (drums & percussions). Nell’estate del 2004 la band registra il debut album autoprodotto dal titolo Urbs Felix. I testi raccontano le antiche battaglie tra saraceni e normanni nella Sicilia del XI secolo, e il sound può essere descritto come un epic extreme metal, pieno di elementi folk di tradizione araba e medievale.

 

Nel Luglio 2006 arriva il secondo album intitolato Requiem Of A Dream, anche se in realtà il materiale proposto è una raccolta di testi e canzoni scritte prima di Urbs Felix. L’album ha una durata di oltre un’ora e il sound è un symphonic Black metal, con molte parti atmosferiche e sperimentali (Dimmu Borgir, Covenant, And Oceans, Solefald...). L’Artwork è composto da una serie di dipinti realizzati dello stesso Farz.

 

Il terzo lavoro esce nell’estate del 2008 col titolo Constantinopolis. Le lyrics descrivono la caduta della famosa Capitale Romana d’Oriente nel 1453, per mano del sultano Maometto II detto il Conquistatore, attraverso i racconti fedeli degli eventi, le varie fasi dell’assedio, della battaglia e le gesta dei suoi protagonisti. Con questo album gli Exultet riprendono appieno le sonorità nate con Urbs Felix: mediterranean epic metal.

 

Dopo aver firmato nel 2010 per l'etichetta californiana Sullen Records, la band torna un anno dopo pubblicando il loro quarto album, I Soldati della Croce. Il concept è incentrato sul lungo viaggio e le battaglie vissute dai cavalieri cristiani contro gli eserciti dell’Islam, verso la conquista di Gerusalemme del 1099. Impresa nota come “La prima crociata”. Ancora una volta il racconto risulta descrittivo negli eventi, preciso e fedele alle cronache della storia. Lo stile “documentaristico” è ormai divenuto un tratto distintivo della band siciliana. Chiudendo gli occhi si potrà essere trasportati nei campi di battaglia e negli aridi deserti che videro i soldati crociati e turchi scontrarsi in cruente e sanguinose battaglie. Grandioso è l’uso intenso di potenti cori che danno un più ricco sapore epico all’intero album.

 

Nel 2012 Argoth lascia la band, facendo di fatto divenire a tutti gli effetti gli Exultet una one-man band project.

 

Nei primi mesi del 2014 Farz inizia la stesura di nuovi brani che andranno a comporre At The Gates of Christendom, che esce nel Gennaio del 2015 tramite Martyrdom Records. Questo quinto capitolo, nella saga epica della discografia degli Exultet, si colloca cronologicamente subito dopo Constantinopolis e racconta la controffensiva Ottomana nei mari del Mediterraneo. I primi 4 brani dell'album descrivono lo sbarco Turco nelle coste italiane di Otranto nel 1480; le successive 3 la decisiva battaglia navale di Lepanto del 1571. L'album si chiude con la bonus track "The Norman Ascent", una versione ri-registrata in occasione del decimo anno di vita della band, nata nel 2004 col debut album Urbs Felix.

 

Sfortunatamente, dopo l'uscita di "At The Gates Of Christendom", gli Exultet non hanno più ricevuto alcuna notizia dalla label Martyrdom Records e anche le copie promozionali riservate alla band sono andate perdute. Sono cose molto tristi, ma d'altronde chi conosce l'underground del metal estremo sa che il pericolo di imbattersi in certe etichette poco affidabili è sempre dietro l'angolo.

Gli Exultet sperano solo di aver imparato la lezione da questa brutta esperienza. 

 

La band siciliana è alla ricerca di una nuova etichetta discografica...